Carlo Tavecchio si conferma presidente della FIGC

Carlo Tavecchio si conferma presidente della FIGC

"Adesso inizia un'altra vita - ha aggiunto - auguro a Carlo (Tavecchio, ndr) e alla Federazione di fare tesoro anche di questo confronto".

È stato criticato a lungo Carlo Tavecchio. Sul suo futuro, invece, Abodi apre un grosso interrogativo: "Domani è il mio compleanno, poi si vedrà: mi sono dimesso da presidente della Lega di B e ho sempre rispettato i miei impegni". "Voglio dare atto ad Abodi della sua correttezza".

Nell'aprire i lavori il presidente del Coni Giovanni Malagò non ha risparmiato una stoccata a entrambi i contendenti: "Dico con grande franchezza che ho cercato con logiche di buon senso di trovare un'unità per le candidature", ha detto il numero uno del Comitato olimpico. "Ringrazio la mia famiglia e in particolare mio fratello che è sofferente".

Parlando poi con i cronisti giunti a Fiumicino per l'assemblea si è soffermato velocemente e ha dichiarato: "Sono emozionato, come è normale che sia". Vittoria risicata a livello percentuale?

"I sondaggi - sottolinea - sono fatti per essere smentiti, è difficile entrare in profondità nella volontà di 279 persone, molte delle quali hanno paura di dire quello che pensano e questo mi rattrista, perché vorrei più chiarezza, trasparenza e libertà di pensiero". "C'è una federazione spaccata in due che ora non deve più ragionare secondo una logica di maggioranza e opposizione come avvenuto negli ultimi 2-3 anni". Lotito lo ha fatto al meglio sin dal mattino, quando ha provato a convincere i rappresentanti della Roma ("Votare contro Tavecchio è un suicidio, vi ha anche aiutato", spiega a Baldissoni) dopo una discussione accesa proprio con Abodi, molto arrabbiato per una voce priva di fondamento: "Qualcuno sostiene che mi sarei ritirato in cambio di soldi, è una vergogna", confida l'ex presidente della Lega di B dopo il battibecco con il numero uno della Lazio. In realtà il duello non è stato impossibile per Tavecchio che, dopo aver ottenuto in settimana l'appoggio degli allenatori, ha ottenuto anche il sostegno della classe arbitrale: aveva già chiuso il primo turno con un rassicurante 56,49%.