Allerta meteo in America: violenta tempesta polare in arrivo, coinvolti otto stati

Allerta meteo in America: violenta tempesta polare in arrivo, coinvolti otto stati

A causa della forte ondata di maltempo, i voli di questa mattina in direzione New York sono stati cancellati, motivo per il quale la prima cittadina non partirà e resterà a Roma.

Problemi sulla rete elettrica con blackout di 100mila utenze dalla Virginia alla Pennsylvania. New York è completamente imbiancata.

La città di New York e il Nord-Est degli Stati Uniti fanno i conti con la più grande tempesta di neve della stagione, pronta a paralizzare trasporti e scuole. A Washington le agenzie federali hanno aperto con tre ore di ritardo e i dipendenti hanno la possibilità di lavorare da casa o stare in ferie.

L'America nel bene e nel male fa sempre parlare di sé: la tempesta di neve sugli Stati nord-orientali del Paese, più intensa nel Maine, sarà seguita da una marcata flessione delle temperature e da venti gelidi che manterranno il tempo invernale per gran parte della settimana.

Secondo le statistiche del servizio meteorologico nazionale, Stella è la 36esima tempesta che si abbatte sulla città di New York dal 1869 e che produce oltre 30 centimetri di neve. "E' una bufera di neve molto seria, e tutti dovrebbero tenerlo in considerazione", ha detto il sindaco Bill de Blasio. Anche il vertice tra il presidente Donald Trump e la cancelliera Angela Merkel, che era in agenda per oggi, è stato rinviato a venerdì, in attesa di un miglioramento delle condizioni meteo. Già lunedì 13 marzo ha postato su Twitter una fotografia del suo incontro con la sindaca di Washington Muriel Bowser e con il responsabile del sistema della mobilità della capitale degli Stati Uniti per discutere di come affrontare al meglio la "Winter Storm".