Tusk: Trump mette l'Ue "in una situazione difficile"

Tusk: Trump mette l'Ue

E' scritto nelle nostre costituzioni, in quella americana e in quelle europee. L'Alto rappresentante ha parlato in primo lugoo della situazione dei rifugiati assicurando che l'Unione Europea non respingerà nessuno che abbia bisogno della protezione internazionale.

"L'Unione europea ha provato di essere in grado di bloccare le rotte irregolari dell'immigrazione". Una lettera in cui Tusk chiede ai leader europei di unire la propria voce contro le sfide che arrivano da Cina, Russia e ora anche Stati Uniti, senza dimenticare guerra e terrorismo in Africa e Medio Oriente. "Gli egoismi nazionali stanno diventando un'alternativa attraente all'integrazione".

"La disintegrazione dell'Ue non porterà al ripristino di una mitica, piena sovranità dei suoi Stati membri, ma alla loro dipendenza reale e fattuale dalle maggiori superpotenze: Usa, Russia e Cina". Abbiamo imparato dalla nostra storia, tragicamente, che ogni essere umano è prima di tutto una persona con diritti fondamentali che non possono essere messi in discussione. E certamente siamo in disaccordo con l'ordine esecutivo emanato dal presidente degli Stati Uniti il 27 gennaio.