Sgarbi inguaia Grillo: "Ho un audio in cui parla male della Raggi"

"Ho l'audio, Grillo mi ha detto che la Raggi è depensante", questa l'affermazione di Sgarbi, che al momento non vuole tirare fuori l'audio incriminato, come peraltro gli chiedono diversi seguaci sui social. La telefonata in questione tra me e Grillo risale a prima che la indagassero. Secondo la versione di Sgarbi, la telefonata sarebbe stata effettuata insieme con il giornalista David Parenzo e registrata. Abbiamo registrato la telefonata, lo abbiamo fatto apposta. "Lui", ha poi spiegato il critico rivolgendosi all'amico genovese, "ha iniziato a elaborare una teoria giustificazionista quando ha intuito che poteva arrivare l'avviso di garanzia".

A distanza su twitter arriva la difesa di Grillo senza però mai citare Sgarbi: "Ringrazio il mio imitatore che ha preso in giro il #FakeIntellettuale", il falso intellettuale. "Sta difendendo un presidio, pensa di commissariarlo, dal punto di vista strategico posso anche capirlo".

Vittorio Sgarbi ha quindi proseguito nella sua ricostruzione di quanto avvenuto aggiungendo: "La telefonata è avvenuta poco prima dell'ultimo editto sugli indagati, quando ha capito che se cade la Raggi cade tutto". Sgarbi ha pubblicato su Facebook il video del (finto) Grillo che gli telefonava, e ricorda anche che la parola "depensante" è una citazione di Carmelo Bene. "La vorrei mollare ma se la mollo casca tutto" avrebbe aggiunto il leader Cinquestelle.