Nasce il nuovo partito del centrosinistra, "Democratici e Progressisti"

Nasce il nuovo partito del centrosinistra,

Viene quindi evitata la parola "partito" a favore di "movimento", perchè vuole essere un soggetto "popolare", secondo le parole di Smeriglio, "che prenda confidenza con le conflittualità che la crisi produce, dandogli rappresentanza". Speranza ha affermato che occorre "ricucire tre fratture" prodotte da Renzi, con il Jobs Act, con la Buona Scuola e con il referendum sulle trivelle. "Ci sono sacche di poteri occulti che fanno parte di qualcosa al di sopra della fede politica e dei valori politici, persone che rispondono a tornaconto personali". "Basta con i voucher, vogliamo una data certa per i referendum". "Noi siamo questo, è il nostro simbolo, il nostro progetto per l'Italia".

Purtroppo, la megalomania, la presunzione e la mania di protagonismo di alcuni politici, (Obsoleti e retrogadi) ha determinato l'ulteriore indebolimento del centro sinistra.Questi ritengono in modo presuntuoso e arrogante, di possedere l'ideologia di sinistra. "Abbiamo vissuto fratture che non sono tra gruppi dirigenti, ma tra un movimento e il popolo". Ma non non saranno tutte rose e fiori: "Democratici e Progressisti" era il nome di una lista che nel 2014 appoggiò in Calabria Mario Oliverio, eletto governatore. "Il mio lavoro lo continuerò a fare da consigliere se questo può essere utile all'unità del partito e se il mio incarico può essere considerato un ostacolo per qualcuno". E in casa Dem sono già pronti a ricorrere agli avvocati.

Pippo Zappulla lascia il Pd e aderisce a "Democratici e progressisti".