Mugnano. Simula l'impiccagione per postare la foto su facebook, grave 13enne

Mugnano. Simula l'impiccagione per postare la foto su facebook, grave 13enne

Tragedia a Mugnano dove un 13enne ha simulato la sua impiccagione con la cintura di un accappatoio per postare la foto su Facebook.

Due cuginetti: uno tredicenne, l'altro di appena dieci anni. Non più storia di cronaca nera ma di vite agli esordi e già preda della confusione tra realtà e fantasia, tra vita vera e mondo virtuale. I fatti si sono verificati sabato sera, in via Crispi, nell'appartamento degli zii del 13enne.

Un giorno come tanti, i genitori lo lasciano a casa della zia per fargli passare la serata con il cuginetto di tre anni più piccolo di lui. Poco dopo i due bambini si chiudono in una stanza a giocare. Solo il tempestivo intervento della zia ha fatto sì che il ragazzino non morisse impiccato. Un giovane di 13 anni si stringe la cintura dell'accappatoio al collo per simulare un suicidio. Decidono di pubblicare la foto del tredicenne con il cappio al collo. Ma le condizioni del bambino restano gravissime fino a tarda sera.