Leicester, torna la magia: 3-1 al Liverpool

In mezzo, al 38', lo spettacolare drop al volo di Drinkwater per il parziale 2-0.

Un ragazzino di 11 anni, Jack Stephens, da tre stagioni abbonato al Leicester ha convocato una marcia di protesta per contestare il licenziamento di Claudio Ranieri. Jamie Vardy, additato come uno dei "traditori" del tecnico italiano, ha fatto gioire due volte il pubblico del King Power Stadium, doppietta inframezzata dall'acuto di Drinkwater.

Il Monday Night della ventiseiesima giornata di Premier League è il big match Leicester-Liverpool. L'attaccante, già a segno a Siviglia in Champions League, sblocca così un digiuno di 638' in Premier, segna il primo gol del Leicester in Premier nel 2017 e il primo del Leicester al Liverpool al King Power Stadium.

I Campioni in carica d'Inghilterra, dopo l'esonero di Ranieri, andranno in campo sotto la guida del 53enne Shakespeare in attesa del nuovo tecnico. I tifosi si erano presentati allo stadio con le maschere di Ranieri, ma l'avvicendamento in panchina ha già prodotto la prima scossa, considerato che Mahrez e compagni nelle ultime 6 partite avevano raccolto la miseria di un punto, senza mai segnare peraltro. Klopp schiera un offensivo 4-3-3: in porta Mignolet; difesa con Clyne, Matip, Lucas, Milner; Lallana, Hendersson e Wijnaldum per un centrocampo di quantità e qualità; trio d'attacco composto da Manè, Firmino e Coutinho.