F1: la nuova Ferrari per i 70 anni della scuderia

Dopo un 2016 non all'altezza delle aspettative, la Ferrari intende recuperare la competitività perduta con la nuova SF70-H.

La scelta della sigla SF70H, oltre a indicare la motorizzazione ibrida, celebra i 70 anni della Scuderia del Cavallino.

Da quanto si apprende sul sito ufficiale della Scuderia, la Ferrari SFH70 è la 63esima monoposto concepita e realizzata dalla Ferrari per il mondiale di Formula 1 e naturalmente ha dovuto cambiare tante delle sue parti principali, a causa di un forte cambiamento nel regolamento e di un accenno di rivoluzione che ha costretto i team a rivedere i loro progetti.

La nuova Ferrari F1 la monoposto ha però avuto al possibilità di accendere già i motori, debuttando sulla pista di Fiorano guidata dal pilota finlandese Raikkonen sotto gli occhi del presidente e ad della Ferrari, Sergio Marchionne. La vettura è stata presentata nella giornata odierna a Fiorano, e subito scenderà in pista per il consueto shakedown/filming day: 50 km per Kimi Raikkonen e altrettanti per Sebastian Vettel. Il rosso della nuova vettra Ferrari per la Formula Uno della stagione 2017-2018 è molto diversa da quella della SF16-H. Dal punto di vista del telaio, la nuova Rossa si è attenuta alle norme aerodinamiche previste, con muso allungato e pinna da squalo sul cofano. Solo gli alettoni anteriori e la parte alta del retrotreno presentano un po' di bianco.

La Rossa di Maranello è stata la sesta monoposto del 2017 che si è svelata al pubblico. Il profilo è sinuoso, con avantreno e retrotreno stretti rispetto alle pance laterali. Importanti le prese laterali, alquanto ampie fin ormai a ritenere un futuro spessore deferenza al rimanente del scheletro.