Ercolano bocciata: Capitale della Cultura 2018 sarà Palermo

Ercolano bocciata: Capitale della Cultura 2018 sarà Palermo

Congratulazioni e consensi per i risultati ottenuti.

Palermo sarà la Capitale italiana della cultura per il 2018.

Crocetta, occasione per incrementare turismo - "Sono raggiante per la scelta di Palermo Capitale della Cultura del 2018" ha detto all'Adnkronos Rosario Crocetta.

Coro di consensi per Palermo Capitale italiana della Cultura 2018.

Ma per l'inamovibile condottiero che, fra alti e bassi, la guida da trent'anni si tratta di una bellezza proiettata ben oltre le meraviglie dei monumenti, innestata con quello spirito dell'accoglienza sintetizzato nella cosiddetta "Carta di Palermo", dal sindaco sbandierata a Berlino o a New York, davanti ad Angela Merkel o parlando alle Nazioni Unite. Abbiamo coinvolto una comunità intera, però debbo anche dire che sono felice perché ha vinto una città del sud, una città bellissima come Palermo.

Il capoluogo della Sicilia ha dunque avuto la meglio su altre nove candidature, le altre città in lizza erano Alghero, Aquileia, Comacchio, Ercolano, Montebelluna, Recanati, Settimo Torinese, Trento e l'Unione dei Comuni elimo-ericini (che comprende Buseto Palizzolo, Custonaci, Erice, Paceco, San Vito Lo Capo e Valderice).

"È una notizia importante, la cultura sarà coinvolta in tutte le sue declinazioni". Il M5S è pronto a raccogliere questa sfida e amministrare una città che possa davvero tornare a ricoprire il ruolo che merita, di capitale della cultura non solo in Italia, ma anche e soprattutto in tutto il Mediterraneo - dice il candidato sindaco Ugo Forello -. Nel riconoscimento per tutti del diritto all'accesso al sapere e all'educazione, quali fondamentali veicoli di emancipazione personale e collettiva, possiamo trovare, oggi, i tratti essenziali della nostra identità di cittadini italiani ed europei, e rimotivare così il coraggio necessario per arginare ritornanti nazionalismi e sentimenti xenof obi, che ci vorrebbero pericolosamente intenti ad erigere nuovi muri e cortine di filo spinato.