Elisabetta Sterni e il video hot: 'Non farò la fine di Tiziana'

Come racconta Il Mattino di Padova, così la giovane Elisabetta Sterni, originaria di Brescia ma padovana d'adozione, ha deciso di denunciare pubblicamente proprio attraverso i social la diffusione illegale di un suo video hard privato che poi è rimbalzato su centinaia e centinaia di cellulari attraverso le chat di whatsapp. La persona che lo ha messo in giro verrà punita. La prima reazione di Elisabetta è stata di incredulità, poi è comparso lo sgomento e si è fatta una domanda: come mi comporto?

Non abbiamo visto il video e facendo alcune rapide ricerche sul web non parrebbe nemmeno così immediato trovarlo: è il video (che sarebbe diventato virale, ma che a differenza dei video virali per l'appunto non è così diffuso) di cui si parla in maniera capillare quest'oggi. E ora, quel video, è finito in rete: "Non farò la fine di Tiziana, la ragazza di Napoli che si è suicidata per una storia simile".

"Una sera, mentre lavoravo si è avvicinato il mio capo dicendo che girava un video su di me in vari gruppi Whatsapp". Per denunciarne la diffusione, la trentenne ha pubblicato un video invitando a "vergognarsi" coloro che l'hanno condiviso "anche una sola volta". "Quando me l'hanno detto stavo per svenire". "Ma è giusto che paghi anche chi ha moltiplicato quelle immagini con leggerezza, senza rendersi conto di come si può far male a una persona". "Mi fidavo. Inviare quelle immagini a qualcun altro è stato un gesto cattivo". Elisabetta ha 30 anni, bresciana, e lavora come pr in una discoteca di Padova. La donna si sfoga anche su Facebook, dove sono in molti ad esprimerle la loro solidarietà. Vorrei proprio sapere chi non ha mai scattato una foto o girato un breve video per il proprio partner o con il proprio partner Queste cose le fanno tutti, il problema è che un momento di intimità è stato reso pubblico e la gente è sempre brava a puntare il dito.