#DeLuca, Impronte Digitali Anti-Furbetti Del Cartellino. Sit-in Precari Al Loreto Mare, licenziateli

#DeLuca, Impronte Digitali Anti-Furbetti Del Cartellino. Sit-in Precari Al Loreto Mare, licenziateli

"Solo danni hanno fatto", si sfoga una infermiera di Cardiologia. Pure se è sabato e i turni sono ridotti, gli ambulatori sono in gran parte chiusi e gli uffici amministrativi pure, tutti o quasi. Non è stato così, i 50 arrestati che hanno avuto dal giudice l'autorizzazione/obbligo a lavorare hanno già ripreso servizio, e saranno fianco a fianco con colleghi che non gliela perdonano. Certo quelli finiti sotto inchiesta segni di pentimento finora non ne hanno dati, almeno quelli che ieri sono stati interrogati dal gip e si sonno avvalsi della facoltà di non rispondere.

La Radiologia è il reparto maggiormente coinvolto. Si tratta di capire con che spirito sono tornati al loro lavoro. Ora "tutti sapevano ma tutti si facevano i fatti loro". Lo dicono un paio di pazienti, uno che racconta di aver atteso quaranta giorni per una radiografia e una donna che sostiene di essere andata inutilmente in ambulatorio per due volte, perché pur avendo appuntamento l'hanno rimandata indietro "per l'assenza di quelli che dovevano farmi la radiografia".

Altra faccia di una medaglia occupazionale ormai impazzita e incapace di garantire un ricambio generazionale adeguato, l'esercito dei precari si è giustamente sentito turbato nel profondo dalla squallida vicenda che ha visto l'ospedale Loreto Mare di Napoli divenire il simbolo stesso dell'italico malcostume relativo a false timbrature di cartellini e assenteismo perpetrato secondo modalità talmente astute e metodiche da richiedere un piano di azione più meticoloso e complesso del lavoro stesso che si intendeva evitare.

A parte il danno economico, c'è stato e altrove probabilmente continuerà a perpetrarsi quello che è più di tutto un danno morale. "Siamo vincitori di concorso fuori regione - dice una di loro - lavoriamo in altre città, siamo precari mentre qui i colleghi che hanno un lavoro sono assenteisti".