Blitz anti-assenteismo all'ospedale Loreto Mare di Napoli

Blitz anti-assenteismo all'ospedale Loreto Mare di Napoli

"Questo ospedale sta morendo - dice un infermiere - e da quando ha aperto il nuovo ospedale del Mare, e' smobilitazione".

Secondo quanto riferito dai militari, sin dall'inizio dell'indagine è emersa una prassi consolidata consistente nella "strisciatura plurima" dei badge da parte di persone che facevano risultare ingresso e presenza nel nosocomio di colleghi assenti e impegnati in faccende private lontane dal posto di lavoro. "Qualcuno si vergognava", dice all'ANSA un dipendente dell' Ospedale. Specie di questi tempi. Per 55 sono scattati gli arresti domiciliari.

ASSENTEISTI- Da tempo i dipendenti dell'ospedale " Loreto Mare", erano sotto osservazione dai Carabinieri del Gruppo tutela salute e del Nas di Napoli.

Inoltre, le telecamere dei carabinieri hanno documentato anche l'assenza dei dipendenti dell'ufficio rilevazioni presenze e assenze, ovvero di coloro incaricati ad eseguire i controlli del rispetto delle clausole contrattuali. In tre mesi alcuni medici risulta abbiano strisciato il cartellino 490 volte.

Tra gli indagati, ripresi reiteratamente dai sistemi video investigativi, due operatori socio sanitari "che avevano la disponibilità di 20 badge da 'strisciare' quotidianamente, a seconda dei turni di servizio dei colleghi da 'coprire', grazie anche a continui contatti telefonici, di regola sms". La composizione della platea degli indagati non risparmia nessun ambito professionale: coinvolti un neurologo, un ginecologo, nove tecnici di radiologia, diciotto infermieri professionali, sei impiegati amministrativi, nove tecnici manutentori e undici operatori sociosanitari. "Fa male al cuore". "Si dovrebbero fare delle leggi per mettere in ordine questi furbetti", ha detto un passante.