Trovato un cadavere decapitato in un palazzo di Brescia

Trovato un cadavere decapitato in un palazzo di Brescia

Brescia - In un grattacielo di undici piani che si trova in piazza Vittoria è stata ritrovata dai coinquilini questa mattina una donna di 56 anni decapitata, la testa si trovava di fianco al corpo. Non è escluso il suicidio: la donna si sarebbe potuto lanciare nel vuoto dal decimo piano e la decapitazione sarebbe avvenuta a causa di una ringhiera (la testa era accanto al corpo).

La donna, originaria di Ome in provincia di Brescia, secondo le prime ricostruzioni sarebbe entrata nel palazzo in cerca di riparo dal freddo. Incrociando alcune testimonianze, gli inquirenti hanno fatto risalire il fatto nell'arco di tempo tra l'una e le quattro di notte. Sul posto la squadra mobile di Brescia, il magistrato di turno, Carlo Nocerino, e il medico legale.

Tuttavia, nonostante la scena horror lascerebbe presupporre chissà quale inquietante scenario, pare che si sia trattato di un suicidio.