Spalletti: "Non possiamo lasciare punti per strada"

"Grenier, entrando qui, sono convinto che in pochi allenamenti ritroverà le qualità che ha a disposizione e ci potrà dare una mano". Ma non bisogna fermarsi. Nella sua narrazione odierna Spalletti parte da una buona notizia per la Roma e per il calcio: "Dalla prossima settimana Florenzi comincerà ad allenarsi con la Primavera, siamo tutti contenti!" Se un calciatore chiede in tutti i modi di andare via, poi diventa difficile tenerlo.

SAMPDORIA - "Di Giampaolo ne parlo bene perché lo conosco da tantissimo tempo". Prima di un Lione-Roma andammo a giocare ad Ascoli e prendemmo una sveglia. Ha plasmato la Sampdoria, ha dato continuità al bel gioco dell'Empoli dopo Sarri, ha la stima dei giocatori e ne parlano tutti bene. Siamo riusciti a batterli due volte in stagione ma con grandi difficoltà. Abbiamo più qualità e l'abbiamo sfruttata. "Poi abbiamo più qualità e l'abbiamo messa in pratica, abbiamo calciatori più forti sotto l'aspetto del KO". Per noi è un momento particolare, perché non possiamo lasciare punti per strada.

"C'è un filo conduttore che deve essere uguale per tutti, la professionalità". Il lavorare in maniera seria, costruire qualcosa di forte.

La voce ha iniziato a circolare nella serata di ieri e si rinforza sempre di più con il passare delle ore. "Per rendere una vita importante, bisogna sfruttare tutti i momenti che capitano, ed i momenti sono quelli che possiedi oggi". Per avere una vita carica di soddisfazioni devi vivere intensamente ogni momento che vivi. La squadra ha bisogno di equilibrio. La c'é soddisfazione a non prendere gol. "Io non ho chiesto la cessione". Ora un calciatore che ci sta malvolentieri qui non ce lo voglio io.

Paredes ha manifestato una volontà di partire? Io con Paredes non ho mai avuto niente.

Ha paragonato Grenier a Fazio e ha detto che a Roma potrebbe trovare l'ambiente giusto per superare la flessione che ha avuto negli ultimi tempi. Lo dobbiamo vedere lavorare con i compagni. Serve un centrocampista subito, ma non sarà un colpo ad effetto visto che a giugno tornerà Pellegrini e, se l'Atalanta non si rimangerà la parola, sbarcherà l'ivoriano Kessie.

Capitolo mercato: "Questo è un mercato di riparazione, ma nella Roma non c'è nulla da riparare". Noi abbiamo fiducia nei nostri calciatori. Niente Defrel, do fiducia a chi è qui. Sulla permanenza di Paredes invece Luciano è stato sibillino, facendo intendere che vorrebbe trattenerlo a Roma, ma che forse la società è di un altro avviso... Molti calciatore della Roma possono avere mercato. "Siamo a posto perché i calciatori hanno fatto in pieno il loro dovere". Tra due partite? Può anche essere che torni prima... "Dzeko è l'esempio. Bisogna dare fiducia ai giocatori ed essere competitivi".