## Siria: Isis, nuove distruzioni a sito archeolgico Palmira

Continua nell'est della Siria l'opera di distruzione dell'antica città di Palmira, che risale al secondo millennio prima di Cristo, uno dei siti archeologici più belli e ben conservati del mondo, sotto la protezione dell'Unesco che oggi parla di ennesimo 'crimine di guerra'. Distrutti anche la facciata e il proscenio del grande Teatro Romano, anche esso simbolo di storia e cultura. Lo riferisce l'agenzia di stampa ufficiale siriana Sana, che cita "fonti della società civile".

I militanti dell'Isis contro l'anfiteatro di Palmira. Venticinque militari erano stati fucilati nel 2015.

L'Isis era stato espulso da Palmira dalle forze governative a marzo del 2016, ma a metà dicembre l'aveva riconquistata. Nei combattimenti, stando agli attivisti, sarebbero morti anche cinque miliziani che combattono al fianco delle forze del presidente Bashar al-Assad e altri sette sarebbero rimasti uccisi per l'esplosione di una bomba.