Silvio Berlusconi rinviato a giudizio

Silvio Berlusconi rinviato a giudizio

E' questa l'accusa con cui Silvio Berlusconi è stato rinviato a giudizio a Milano.

Il provvedimento di rinvio a giudizio è stato disposto dal Gup di Milano, Carlo Ottone Demarchi che ha accolto la richiesta dei Pm Tiziana Siciliano e Luca Gaglio. Il processo comincerà il prossimo 5 aprile. "Prendiamo atto di questo rinvio a giudizio e in dibattimento confidiamo nella possibilità di dimostrare l'estraneità di Berlusconi rispetto ai fatti contestati dalla Procura". "Il rischio concreto è che per la prima volta si processi il reato di generosità".

Durante il primo processo, Berlusconi è stato assolto dalle accuse di concussione e prostituzione minorile.

La presunta corruzione riguarderebbe 4 ragazze: Elisa Toti, Aris Espinosa, Miriam Loddo e Giovanna Rigato (nella foto qui sopra). L'accusa stavolta è quella di corruzione giudiziaria perché la magistratura inquirente di Milano sostiene che l'ex Presidente del Consiglio e leader indiscusso di Forza Italia avrebbe continuato a versare dei soldi alle giovani sue ospiti perché rilasciassero nel corso delle precedenti inchieste dichiarazioni di comodo. Si tratta di un filone del procedimento “Ruby ter”: secondo i giudici i testimoni del Cavaliere avrebbero mentito o edulcorato i loro racconti sulle serate a Villa San Martino alle quali ha partecipato anche Karima El Mahroug, ai tempi minorenne.