Roma, Spalletti: "Mercato chiuso, la squadra era e rimane fortissima"

Roma, Spalletti:

Luciano Spalletti ha parlato in conferenza alla vigilia di Roma-Cesena, partita valida per i quarti di TIM Cup: il tecnico giallorosso, interpellato sul presunto "mal di pancia" di Kostas Manolas, getta acqua sul fuoco parlando comunque in modo chiaro e schietto. Sarebbe bello giocare la finale qui a Roma.

"Il Cesena - ha spiegato Spalletti - ha eliminato Empoli e Sassuolo, la sintesi è tutta qui". Camplone è un allenatore che già da calciatore era tosto, sapeva fare la fase difensiva. Aveva già portato ai play off squadre di Serie B come il Perugia. Se ai giocatori dai il segnale che questa partita è facile, commetti l'errore che hanno fatto le formazioni che poi sono state eliminate.

Davanti alla valutazione di oltre 20 milioni che fanno a Trigoria per un calciatore importante ma non fondamentale per Spalletti, i bianconeri si sono presi tutto il tempo per riflettere. "Non c'è differenza se non non c'è il massimo della disponibilità e dell'attenzione". Noi dobbiamo rifare squadra e rivincere la partita successiva.

La Roma vuole tornare a vincere dopo la sconfitta in campionato: "Mi aspetto la giusta reazione dopo la sconfitta di Genova". Di me avete scritto giustissimo, però, spesso si creano quelli che vincono e perdono.

Sul mercato il tecnico conferma quello che ha sempre detto: "Spero sia chiuso". Inevitabilemente poi le domande vertono sul mercato e soprattutto sui 'casi' delle cessioni di Paredes e Gerson: "Paredes mi ha detto che vuole rimanere e questa risposta mi ha fatto molto piacere". Può giocare dovunque a centrocampo, ma di più nel settore centrale.

"Buongiorno. Florenzi si allena da oggi con la Primavera, poi tutti a disposizione". Può fare gol da fuori quando accompagna l'azione. "Ci deve far vedere che può giocare".

"Ha vissuto questi giorni come tutta la squadra, non è il colpevole di questa sconfitta". Se la Roma è una squadra forte e si valuta a livello di Juventus è per calciatori come lui, Strootman, Nainggolan, eccetera. Noi non abbiamo cercato di dar via nessun giocatore, e sono soddisfatto dell'arrivo di Grenier.