Rigopiano, 11 in salvo e 23 dispersi: "Si scava ancora"

Rigopiano, 11 in salvo e 23 dispersi:

Il TgLa7 ha riferito che la prefettura ha confermato la morte di almeno una persona nella slavina sull'albergo, ma si attendono notizie ufficiali più chiare.

Sono in buone condizioni fisiche, si sono salvati riparandosi all'interno di un'auto. Sono quindi 11 i superstiti in tutto: due uomini rifugiati in auto, cinque persone recuperate venerdì in giornata e quattro nella notte. "Ci sono famiglie, genitori di ragazzi, le vittime sono in gran parte giovani - racconto il medico rianimatore Vincenzo Di Giovanni - Finché non avranno notizie definitive la loro ansia resterà tremenda". Marina che ha un negozio di bomboniere a Osimo, aveva anche lasciato un cartello per tutti i suoi clienti "vado a ricaricare le batterie" aveva scritto salutando tutti per questi giorni di relax. Ilaria Di Biase, 22 anni, era da tre anni impegnata nell'attività di cuoca. Sono stati estratti ormai senza vita anche Gabriele D'Angelo, cameriere dell'hotel, e Alessandro Giancaterino, capo dei camerieri e del bar di Rigopiano. Al nosocomio ci sono stati momenti di tensione, con i parenti dei dispersi che chiedevano informazioni.

ANCORA 20 DISPERSI - Alla gioia di chi ce l'ha fatta si unisce l'attesa di chi non ha ancora notizie dei propri familiari. ANSA e altre agenzie nazionali scrivono che in mattinata è stato estratto dalle macerie il corpo di un uomo. "A quel punto ho visto che l'hotel non c'era più". Questo tratto, completamente ricoperto di neve al momento della tragedia, è stato ripulito per la larghezza di una sola corsia. Il berretto blu calzato fin sugli occhi azzurri, la barba chiara e in ordine, la sciarpa rossa e lo sguardo teso, provato, spaventato: aspetta assieme ad altre decine di mezzi di soccorso al bivio di Rigopiano di poter tornare in quell'incubo dal quale lui è uscito con le sue gambe mentre tanti altri no. E' stato il primo ad essere soccorso, assieme a Giampiero Parete, salvi entrambi per caso: il cuoco era andato a prendere una pasticca per il mal di testa alla moglie, lui era andato a caricare il pellet nella caldaia.