Nuovi Lea e vaccini gratis: quanto risparmieranno gli italiani

Nuovi Lea e vaccini gratis: quanto risparmieranno gli italiani

Una delle novità più importanti dei Lea 2017 riguarda i vaccini, tema molto delicato che spesso ha valicato i confini della scienza medica, scatenando polemiche dannose per la salute, specie dei più piccoli. I nuovi Lea sono "frutto di un lavoro di tre anni e mezzo che prevede 800 milioni di nuove prestazioni sanitarie e terapie a disposizione dei cittadini italiani" ha detto la ministra alla Salute Beatrice Lorenzin. Il nuovo decreto recepisce anche l'aggiornamento dei Lea sull'autismo (l.134/2015) con novità che cercheranno di incidere su una ottimale qualità di assistenza: diagnosi, cura, trattamento, reintregrazione nella vita sociale, raccordo con le istituzioni competenti (scuola, famiglia).

Arrivano i nuovi Lea ovvero i livelli essenziali di assistenza che elencano le prestazioni offerte dalla sanità pubblica gratuitamente.

"Dopo molti anni - chiude la relatrice Carnevali- l'aggiornamento diventerà dinamico, senza dover attende procedure estenuanti come avvenuto fin ora".

Dal punto di vista delle vaccinazioni, i nuovi Lea estendono il novero delle vaccinazioni gratuite in direzione di patologie fino ad ora rimaste "scoperte", andando ad includere il temutissimo meningococco b (in attesa di un vaccino universale contro la meningite), la varicella, il papilloma virus anche per gli adolescenti maschi, rotavirus e svariate forme di penumococco.

"Non si pagherà alcun ticket - ha assicurato -, perché i vaccini non sono da considerarsi una cura ma attengono alla prevenzione collettiva della popolazione".

Questo comporta che i nuovi nati avranno cicli di base ed eventuali successivi richiami di vaccino per la prevenzione di difterite, tetano, pertosse, epatite B, polio, Haemophilus influenzae tipo b, pneumococco, meningococco B, rotavirus, morbillo, parotite, rosolia, varicella, meningococco C. Gli adolescenti avranno vaccino anti-meningococco tetravalente ACWY135 e vaccino anti-HPV; gli over 65 il vaccino anti-influenzale stagionale, anti-pneumococco e vaccino anti-zoster. Per esempio, i comunicatori oculari e altri ausili informatici per favorire la comunicazione; gli apparecchi acustici a tecnologia digitale; sensori di comando e controllo a distanza e altre attrezzature domotiche, come allarme e telesoccorso; arti artificiali a tecnologia avanzata; sistemi di riconoscimento vocale e di puntamento con lo sguardo; barella adattata per la doccia e sollevatori fissi e per vasca da bagno, maniglioni e braccioli sempre per il bagno, scooter a quattro ruote, carrozzine con sistema di verticalizzazione, carrelli servoscala per interni. Alcune tra le nuove malattie rare: sarcoidosi; la sclerosi sistemica progressiva; la miastenia grave; sindromi da neoplasie endocrine multiple; iperinsulinismi congeniti; malattie perossisomiali; sindromi da deficit congenito di creatina; piastrinopatie autoimmuni primarie croniche; miosite eosinofila idiopatica.

Per queste patologie riconosciute come croniche e rare è prevista l'esenzione di tutte le prestazioni erogate in regime di specialistica di ambulatorio necessarie per il monitoraggio della patologia e la prevenzione di complicazioni e aggravamenti. È prevista anche l'introduzione dello screening neonatale per la sordità congenita e la cataratta congenita.

Estesa la lista di vaccini totalmente gratuiti e per i quali si potrà beneficiare dell'esenzione dal pagamento del ticket.

La celiachia passa da malattia rara a cronica mentre entrano nel panorama delle patologie curate dal Ssn la ludopatia e i disturbi dello spettro autistico.