Insediamento Donald Trump, la cerimonia del giuramento del Presidente eletto

Insediamento Donald Trump, la cerimonia del giuramento del Presidente eletto

Washington è presidiata da 28 mila agenti, che costeranno ai contribuenti americani qualcosa come 100 milioni di dollari, incaricati di assicurarsi che non si verifichino incidenti nel corso del corteo presidenziale che, partendo alle 3 del pomeriggio, seguirà Pennsylvania Avenue, la strada che unisce il Campidoglio alla Casa Bianca. Per appassionati di politica Usa, entusiasti o detrattori, l'appuntamento è con la diretta della 58esima Presidential Inauguration, che trovate qui sopra.

E' il giorno che l'America, ed il mondo intero, stavano aspettando. Subito dopo il primo discorso ufficiale da Presidente USA. "Tutto cambierà". The Donald è convinto che la sua squadra di governo abbia "il quoziente intellettivo più alto di sempre", come sostenuto a un pranzo ieri al Trump International Hotel - un luogo che si preannuncia una miniera di scandali potenziali.

Con i riflettori del mondo puntati addosso, e un rating di gradimento fra i più bassi della storia, 40%, oggi Donald Trump giurerà come 45esimo presidente degli Stati Uniti e pronuncerà il suo messaggio inaugurale, consegnandolo alla storia. Davanti al mega monumento in marmo bianco che onora il 16esimo presidente americano (che fu assassinato), Trump ha garantito al paese che con lui alla Casa Bianca tutto "sarà fantastico", a partire dalla cerimonia odierna e a prescindere dalle condizioni meteo. Il punto è che qui nessuna celebrità potrà tirarsi indietro, bisogna ballare con il Presidente. Prima di giurare, Trump assisterà con il suo vice Mike Pence e le rispettive famiglie alla messa nella piccola chiesa di St. John, situata accanto al Congresso; dopo il giuramento la parata in auto sul Mall della capitale; in serata infine il neopresidente festeggerà aprendo le danze con sua moglie Melania alla festa che lo attende al Convention Center della capitale.

Dalle 9.30 (15.30 italiane) ha inizio la la cerimonia di insediamento con le esibizioni musicali: a cantare l'inno nazionale la giovanissima Jackie Evancho, ex concorrente di 'America's got talent', tra i pochi artisti a dire sì al nuovo presidente. Tensioni anche in questa stranissima giornata d'insediamento.

Questo atto di snobismo, insieme a tanti altri praticati dai media Usa, ha accentuato il fastidio verso un regime mediatico così asimmetrico contribuendo a rendere Trump simpatico e credibile a una fetta emarginata del Paese. La gran parte ha deciso il boicottaggio per protesta sul tema dei diritti civili e gli attacchi rivolti all'icona del movimento anti-segregazionista, John Lewis.