Dieselgate, Germania all'attacco della Fiat: "Ritirate le 500, Doblò e Jeep"

Dieselgate, Germania all'attacco della Fiat:

La portavoce ha quindi reso noto che già venerdì 4 novembre scorso la Commissione ha ospitato nei sui locali un primo incontro tra Germania e Italia proprio sulla questione Fca e "sta cercando di promuovere un nuovo bilaterale".

Fiat 500, Doblò e Jeep-Renegade: sono questi i modelli Fca, per i quali il ministero dei Trasporti tedesco chiede all'Ue che sia garantito il richiamo, per le presunte violazioni sulle emissioni. A confermarlo, nel corso di una conferenza stampa, è stato il portavoce del Ministero dei Trasporti tedesco. Fra questi anche alcuni appartenenti alla Fiat Chrysler e "la risposta senza dubbi dei periti è stata che su questi veicoli fosse utilizzato un meccanismo illegale di spegnimento".

Ue, Italia dia risposte convincenti al più presto - "Abbiamo ripetutamente chiesto all'Italia di presentarci risposte convincenti al più presto. Il tempo si sta esaurendo, perché vogliamo concludere le discussioni sulla conformità della Fiat a breve" ha ribadito il portavoce della Commissione europea per l'Industria Lucia Caudet.

L'Italia potrebbe essere sottoposta dalla Ue a procedura di infrazione in mancanza di una risposta nell'ambito del processo di mediazione con la Germania sulle emissioni della Fiat 500x.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Deutsche Umwelthilfe parlava di "chiara presenza di defeat devices".

Qualche giorno dopo, il 7 giugno, il ministro Graziano Delrio, in riferimento a una serie di test condotti in Italia su sette modelli di Fca, tra cui non c'era il modello identico a quello messo sotto accusa dai tedeschi, anticipa i risultati del report che verrà concluso solo a fine luglio, escludendo l'utilizzo di defeat devices sulle vetture testate.

"Non ci sono dispositivi illeciti dimostrati" è la replica seccata del ministro dei Trasporti Graziano Delrio che ha risposto a chi gli chiedeva della vicenda Fiat/Fca. Nel mirino ci sarebbero il comportamento del motore Multijet montato su Jeep Renegade, della Fiat 500X e della Fiat Doblò. Il governo tedesco, non molla la presa sul caso FCA e chiede il richiamo di tre modelli del gruppo. Intanto anche la commissione Emis si occupa della faccenda. E il tutto serve a proteggere il motore da guasti. La risposta italiana è arrivata per bocca del ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda: "Berlino, se si occupa di Volkswagen, non fa un soldo di danno". Aggiungendo che "i nostri test dimostrano che non esistono dispositivi illegali e comportamenti anomali".