Cile: temperature di 37 gradi e record di incendi, 10 morti

Cile: temperature di 37 gradi e record di incendi, 10 morti

Da giorni le foreste della zona centrale del Cile sono devastate da oltre 100 incendi, in cui migliaia (238mila) ettari di terreno sono andati bruciati. Oltre 10 paesi internazionali stanno aiutando nel tentativo di spegnere il fuoco con più di 400 persone coinvolte, ormai da giorni. Contro le fiamme sono impegnati nelle ultime ore più di 9.000 fra pompieri, soldati e volontari.

A Biobio, a 500 chilometri da Santiago, nella provincia di Concepción sono stati trovati diversi corpi arsi dalla e fiamme e ancora non identificati; a Maule, sono morti vigili del fuoco e carabineros che aiutavano la popolazione a fuggire. Le fiamme hanno spazzato via più di un migliaio di case, la sede dei dipartimenti di polizia e dei vigili del fuoco, le scuole, un ospedale e varie installazioni industriali.

E' salito a 11 morti il bilancio degli incendi boschivi che hanno investito il Cile, i più gravi nella storia del Paese, devastando 487.000 ettari in più di una settimana.

Sia gli Stati Uniti che la Russia hanno mandato imponenti aerei antincendio in grado di trasportare tonnellate d'acqua, ma le fiamme sono alimentate dal vento, dalle alte temperature e da una prolungata siccità. 6 persone sono rimaste uccise. Anche Brasile e Perù hanno offerto di inviare dei Canadair.