Vaccinazioni: il piano regionale tra sconti, App e campagna anti-bufale

Vaccinazioni: il piano regionale tra sconti, App e campagna anti-bufale

Il libro è un viaggio narrato dalle voci più diverse, famiglie, ammalati, medici, ricercatori, tutti accomunati dallo scopo di fornire un'informazione chiara ed esaustiva su una malattia che risveglia umanissime ataviche paure, una malattia grave e pericolosa ma da cui oggi ci si può difendere con grande efficacia. Oltre ai video-risposta degli esperti, in homepage anche una sezione di servizio per individuare i punti di contatto, (le ATS), una sugli effetti delle vaccinazioni.

L'app Wikivaccini, invece, è ancora in fase di sviluppo, entro i prossimi giorni sarà a disposizione una versione 'coming soon' che sarà scaricabile da Googleplay.

Quasi metà delle mamme lombarde ha "qualche preoccupazione sulle possibili conseguenze" del vaccinare i figli: questo emerge da una ricerca dell'istituto Gpf Research, commissionata dalla Regione Lombardia per impostare una campagna d'informazione sulle vaccinazioni. Per questa ragione sono aumentate le richieste di vaccinazione anche qui a Pescara. In sostanza le mamme si dividono in 4 tipologie di approccio alle vaccinazioni: contrarie 22%, convinte 21%, indecise 25, fiduciose 32%. In sostanza "il cittadino pagherà il prezzo pari a quanto acquistato dalla Regione Lombardia (con un risparmio di almeno il 30%) sommato al costo della somministrazione".