Salvini a Palermo, scontri tra giovani e polizia in Cattedrale

Salvini a Palermo, scontri tra giovani e polizia in Cattedrale

Sono quindi iniziate le contestazioni contro il leader della Lega, atteso insieme al segretario nazionale del movimento Noi con salvini, Angelo Attaguile. Pagano gli aveva proposto di portarne un paio di chili, ma Salvini divertito ha risposto: "Ma che un paio di Kg?" "Matteo Salvini in persona - sottolinea Pagano - ha condiviso con entusiasmo questo percorso mattutino che vuole essere un riconoscimento della Sicilia dei 'liberi e forti' e un genuino messaggio di amore alla Sicilia vera e autentica". Le forze dell'ordine hanno fatto un cordone costringendo i contestatori a indietreggiare fino all'uscita dalla Cattedrale. In cattedrale, Salvini e Attaguile deporranno una corona di fiori sulla tomba di Federico II, poi tappa al santuario di Santa Rosalia a monte Pellegrino.

"Dopo il successo del No al referendum il leader leghista tenta di riprendere il filo del suo progetto politico che guarda al Sud come terreno di un suo possibile radicamento - dicono gli organizzatori della protesta -".

I giovani non ci stanno. "Lui afferma di avere un progetto per far risorgere la Sicilia ma l'unico suo fine è quello di continuare a umiliare la nostra terra e il nostro popolo, di sfruttare i suoi abitanti per portare avanti i suoi interessi politici".

Quella di oggi si preannuncia davvero calda per Saldini.