Referendum, Boschi non demorde: "Vedremo come ripartire"

Referendum, Boschi non demorde:

Cosi' il ministro delle Riforme, Maria Elena Boschi, in un post su Facebook.

Dopo la sconfitta del Si e le dimissioni del presidente del Consiglio Renzi, la ministra per le Riforme Boschi esprime il proprio pensiero sui social network: "Peccato". Alla fine della giornata sono stati 2.125.053 i cittadini che hanno votato in Toscana con un'affluenza pari a 74,45%. Anche la "terza" città di Renzi, Firenze, dove è stato sindaco, il sì ha ottenuto il 56,2%. Il "no" si è fermato al 47,5% affermandosi in provincia di Grosseto (53,3%), dove il comune capoluogo è amministrato dal centrodestra, e prevale in quella di Livorno (50,9%) con il capoluogo a guida M5s il cui il no supera il 52%. Avevamo immaginato un altro risveglio: istituzioni più semplici in Italia, paese più forte in Europa. Adesso al lavoro per servire le Istituzioni. L'intento sarebbe quello di "salvaguardare la legge di bilancio", Finanziaria accettata dalla Camera ma ancora in attesa di approvazione entro il 31 dicembre, termine entro il quale, se non rispettato, limiterà il governo a gestire da solo l'ordinaria amministrazione con poteri, sulla spesa e sugli investimenti, notevolmente ridotti.

"Poi pubblicheremo il rendiconto delle tante cose fatte da questo Governo - aggiunge - A tutti i comitati, a tutti gli amici e le amiche che ci hanno dato una mano, grazie".

E ancora: "Decideremo insieme come ripartire, smaltita la delusione".