Popolare Vicenza, Viola è il nuovo AD prende il posto di Iorio

Il 6 dicembre è prevista una riunione del Consiglio di Amministrazione per cooptare un nuovo Amministratore e per designare il nuovo Amministratore Delegato, che con tutta probabilità sarà Fabrizio Viola, ex ad di Mps.

L'ex numero uno del Montepaschi dovrebbe ricoprire il ruolo di Ad anche di Veneto Banca, una mossa per accelerare la fusione fortemente voluta dal fondo Atlante, azionista di maggioranza di entrambe le popolari venete.

Il Consiglio di Amministrazione di Veneto Banca, riunitosi in data odierna sotto la presidenza dell'ingegner Massimo Lanza, ha provveduto alla cooptazione del dottor Fabrizio Viola in sostituzione del dottor Beniamino Anselmi quale Consigliere dell'Istituto e alla sua nomina quale Presidente del Comitato Strategico. Mesi che hanno visto il fallimento dell'aumento di capitale e dello sbarco in Borsa, con il successivo intervento del fondo Atlante che ora controlla il 99,33% dell'istituto.

Francesco Irio non è più l'amministratore delegato della banca Popolare di Vicenza. Dal punto di vista operativo le due banche concluderanno i lavori per un piano industriale che preveda anche la fusione entro la fine dell'anno. All'assemblea di domani verrà anche chiesto di votare per l'azione di responsabilità nei confronti della passata gestione Zonin-Sorato. Si è infatti dimesso ieri e già si fanno ipotesi sul probabile successore.

Il difficile percorso di risanamento della Popolare di Vicenza non è finito.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. In entrambe le eventualità, un bell'andare: si varia da 7.687 euro a 13.858 euro al giorno, lordi, per 551 giorni di lavoro.