Parentopoli Atac, quattro condanne a Roma per le "assunzioni facili"

Parentopoli Atac, quattro condanne a Roma per le

I giudici dell'ottava sezione penale del tribunale di Roma (presidente Marcello Liotta) hanno inflitto 3 anni e 7 mesi di reclusione all'ex amministratore delegato Adalberto Bertucci, 2 anni e 3 mesi al suo successore dell'epoca Antonio Marzia, 3 anni e un mese all'ex dirigente dei Servizi informatici Luca Masciola e un anno e 8 mesi al manager Vincenzo Tosques.

La cosiddetta 'Parentopoli' di Atac si conclude con quattro condanne per abuso d'ufficio, un'assoluzione e una prescrizione. I fatti contestati risalgono al biennio 2008 - 2009.

È stata invece decisa la prescrizione per Tullio Tulli, ex dg di Trambus spa, mentre è stato assolto Marco Visconti, ex assessore all'Ambiente.

Le assunzioni sospette erano 46, tra cui quella della cubista Giulia Pellgrino e di Giorgio Marinelli, figlio del capo scorta di Alemanno. Era il 2008, e la signora Visconti cominciò a lavorare in Met.Ro. a 2600 euro netti al mese. L'indagine, svolta dal pubblico ministero Francesco Dall'Olio, ha preso il via nel 2011.