Omicidio-suicidio, madre disabile e figlio impiccati a casa: senza biglietto

Omicidio-suicidio in un quartiere della periferia di Padova. Immediato è scattato l'allarme e sul posto sono arrivati la polizia, i sanitari del Suem 118 e i vigili del fuoco. La donna, Lidia Marinelllo di 90 anni, era invalida al 100 per cento ed era costretta in carrozzina.

Paolo Moro avrebbe ucciso la novantenne per poi togliersi la vita appendendo una corda a una trave del bagno. I cadaveri sono stati scoperti dalla moglie dell'uomo, un ex impiegato di banca, che ha subito telefonato alla Polizia di Stato. Sui polsi di entrambe le vittime sono stati trovati dei tagli, segno che, forse, prima dell'impiccagione, il 67enne aveva tentato un'altra via per togliere la vita a se stesso e all'anziana madre. I tre vivevano insieme nella casa divisa su due piani: al pianterreno la madre e al piano superiore il figlio con la moglie.