Napoli, stava per gettare neonato nella spazzatura: arrestata donna ucraina

Napoli, stava per gettare neonato nella spazzatura: arrestata donna ucraina

I poliziotti, giunti sul posto, l'hanno rintracciata proprio mentre si stava avvicinando ai cassonetti nelle vicinanze dello scalo ferroviario per disfarsi del bambino appena partorito. Succede a Napoli, nella centralissima Piazza Garibaldi. Protagonista della vicenda, una donna ucraina di 37 anni.

Ad intervenire poco dopo le 3 - si apprende da una nota diffusa dalla Questura di Napoli - sono stati gli agenti dell'Ufficio Prevenzione Generale, allertati da alcuni cittadini che avevano notato la donna sporca di sangue con un sacchetto di plastica anch'esso sporco di tracce ematiche. La 37enne ha detto si trattava di spazzatura e che stava per gettarla nel cassonetto.

Era in procinto di sbarazzarsi del suo bimbo appena partorito nella spazzatura quando gli agenti, insospettiti dalle macchie di sangue, l'hanno bloccata mettendo in salvo la piccola creatura. Nella busta chiusa è stato ritrovato un neonato ancora vivo I poliziotti hanno fatto una corsa nel vicino ospedale Loreto Mare trasportando il neonato.