Mps, adesioni a conversione bond superano 1 miliardo

Mps, adesioni a conversione bond superano 1 miliardo

Banca Monte dei Paschi ha rinnovato l'accordo di bancassurance con AXA, la compagnia assicurativa francese che fra poco si ritroverà tra l'azionariato della banca senese la concorrente Generali. La nota ha riportato le date, quindi l'inizio della conversione, che è stata stabilita per il 28 novembre come data di avvio e per il 2 dicembre alle ore 16.00 come data di chiusura, salvo proroghe che potrebbero essere introdotte dalle parti. Nei giorni scorsi Mps aveva fatto sapere che le sue stime indicavano in un miliardo e 57 milioni di euro l'esito dell'operazione, anche se non è un segreto che i vertici di Siena si erano posti l'obiettivo di raccogliere un miliardo e mezzo.

BMPS comunicherà i risultati definitivi dell'Offerta e dell'Offerta Istituzionale LME, indicativamente entro la giornata di lunedì 5 dicembre 2016, quando tutte le adesioni ricevute entro il Periodo di Adesione saranno state processate, nei tempi tecnici del caso.

In linea di massima, l'operazione di salvataggio prevede che un altro miliardo-miliardo e mezzo arrivi da uno o più investitori che intendano entrare con una quota di peso nel capitale di Siena, il cosiddetto 'anchor invest'.

Il prossimo passo è l'aumento di capitale che partirà dopo il voto del referendum costituzionale.

"Non abbiamo commenti da offrire sulla storia", ha risposto il portavoce della commissaria europea alla concorrenza, Margrethe Vestager, sull'ipotesi di una nazionalizzazione di Mps. Nel frattempo, dovrebbero concludersi gli accordi con gli investitori, come il fondo sovrano del Qatar, che hanno mostrato interesse all'operazione. Per martedì è in programma un consiglio di amministrazione che farà il punto della situazione sulla conversione dei bond in azioni e sui passi da compiere in vista dell'aumento di capitale.