Il Villaggio di Babbo Natale ha trovato casa a Vergiate

"Era felice, era esattamente ciò che voleva - racconta ancora Eric - Poi mi ha guardato e mi ha chiesto dove sarebbe andato, visto che stava per morire". Una scena che in un primo momento gli ha fatto pensare di "appendere" il vestito di Babbo Natale al chiodo.

Una richiesta che è stata subito spedita a Babbo Natale, il quale prontamente ha raggiunto l'ospedale di Nashville (USA) e bussato alla porta del piccolo paziente.

"Gli ho detto che era l'elfo numero uno" racconta il 60enne Schmitt Matzen, continuando "e lui non poteva crederci, rideva ed era contento".

Un dato, in particolare, fa capire come questo evento sia letteralmente preso d'assalto dalle famiglie e dai bambini nei momenti di relax: nei fine settimana, in media, sono circa 20mila i biglietti staccati all'ingresso. L'uomo, Babbo Natale, ha provato a rispondergli cercando di trovare parole dolci e tenere. Quando ha visto cosa c'era dentro, ha tirato fuori un grande sorriso e ha appoggiato la testa verso il basso '. "Abbiamo organizzato numerose attività per i bambini e le famiglie - spiega il presidente del consiglio comunale e consigliere delegato alla cultura Simone Tonini - che si uniscono alle tante altre presenti sul territorio per queste festività natalizie, come il villaggio di Babbo Natale e la pista di pattinaggio su ghiaccio, grande ben 300 metri quadrati, all'interno della pineta Emilio Tarabella".

"Semplicemente che sei l'elfo numero uno di Santa Claus, sono certo che ti lasceranno entrare".

Dopo il successo della scorsa edizione a Cervia e Milano Marittima, domenica 18 dicembre arriva a Cesena la "Merry Christmas Run", la gara podistica non competitiva aperta ai Babbo Natale di tutte le età che si svolgerà nel centro storico della città a partire dalle 14.30.

'Mi ha avvolto le braccia al collo.

Un bambino di 5 anni Nashville - di cui non si conosce attualmente il nome - malato terminae, esprime il suo ultimo desiderio: incontrare Babbo Natale; e durante l'incontro muore tra le sue braccia. Nei giorni seguenti Eric ha pensato di smettere di fare Babbo Natale ma poi ci ha ripensato.