Germania, ritrovato in Norvegia il cancello del lager di Dachau

Germania, ritrovato in Norvegia il cancello del lager di Dachau

"Arbeit macht frei", la scritta posta sul cancello principale del campo di sterminio di Dachau e rubata da mani ignote sue anni fa, e' stata rinvenuta a Bergen, in Norvegia. Come annunciato in un comunicato dalla Polizia dell'Alta Baviera, il famoso cancello di ingresso del lager creato in epoca nazista è stato ritrovato dalla polizia norvegese nei pressi di Bergen, città costiera nel mare del Nord. La scritta fusa nell'acciaio e del peso di circa un quintale fu trafugata la notte del 2 novembre 2014. Pur di ritrovarlo era stata promessa una ricompensa di 10 mila euro a chi avesse fornito indicazioni utili. Dachau era stato il primo grande campo di concentramento fisso aperto dai nazisti e fu modello per gli altri.

Il cancello, celebre per la sua scritta "Arbeit macht Frei" (Il lavoro rende liberi, ndr.), era un benvenuto quasi sarcastico nei confronti degli Ebrei che lo varcavano nonché un segnale di avvertimento, che in poche parole diceva "L'unico modo per uscire da qui è attraverso il camino". La stessa cancelliera Angela Merkel si disse "sgomenta". Una volta restaurata, venne rimessa al suo posto nel 2011. In quel caso il furto era stato commissionato da Anders Hoegstroem, leader di un gruppo neonazista svedese.