Fanno irruzione in casa armati di machete: ucciso manager italiano in Brasile

La vittima, Alberto Antonio Pierluigi Baroli di 51 anni, sarebbe stato assassinato durante una rapina nella sua abitazione a Beberibe, a circa 80 chilometri da Fortaleza.

Secondo omicidio di un turista italiano in Brasile in meno di un mese. Lo scorso 17 novembre, Pamela Canzonieri, 39 anni, di Ragusa, è stata strangolata nel suo appartamento al Morro di San Paolo, paradiso turistico nello stato di Bahia.

Secondo quanto ricostruito, pare che due rapinatori siano entrati nella casa armati di machete e si siano accaniti su Baroli mentre quest'ultimo cercava di difendere la donna, che è riuscita a mettersi in salvo e chiedere soccorso a un vicino di casa.

Qui li avrebbero svegliati con la minaccia dei coltelli. I malviventi avrebbero portato via dalla casa dei coniugi italiani 5 mila euro, un computer e un cellulare, refurtiva che la polizia avrebbe già recuperato. Quest'ultimo ha quindi avvertito le autorità che ora stanno dando la caccia ai due banditi. La donna e' responsabile del crimine, commesso insieme a due uomini e due 16enni, una ragazza e un ragazzo. Per quell'omicidio la polizia aveva arrestato Antonio Patricio dos Santos, conosciuto come Fabricio, uno spacciatore gia' ricercato per le sue attivita' illecite, che dopo l'arresto ha confessato.