Dna sotto unghie di Chiara non è di Stasi

Nonostante il caso sembrasse definitivamente chiuso con la condanna di Alberto Stasi, secondo "Il Corriere della Sera", nuovi esami fatti svolgere dalla difesa sul materiale organico trovato sotto le unghie di Chiara, avrebbero portato ad individuare il dna di un uomo che non è l'ex fidanzato della Poggi.

La madre di Stasi, Elisabetta Ligabò, esprime tutta la sua opinione e il suo sconforto per quello che è successo al figlio: "Non ho fatto che ripeterlo e finalmente ne ho la conferma". Ora il caso potrebbe riaprirsi.Delitto Garlasco, condanna confermata a 16 anni per Alberto Stasi La sentenza mette la parola fine a unavicenda giudiziaria durata oltre 8 anni.

Ha del clamoroso il nuovo dettaglio riguardante la morte di Chiara Poggi, la giovane ritrovata morta il 13 agosto 2007. Mai e poi mai Alberto avrebbe potuto uccidere Chiara. Racconta di come i due erano felici insieme, progettavano una vita da fidanzati e sognavano di viaggiare in giro per il mondo. La donna è pronta a presentare un esposto per la revisione del processo. Di lì a poco sarebbero partiti per le vacanze. Alberto Stasi è detenuto nel carcere di Bollate da un anno. "Così facendo non ha reso giustizia a una ragazza morta e, allo stesso tempo, sta uccidendo una seconda persona". Ho combattuto contro le convinzioni dei tanti che a cominciare da qui, da Garlasco, subito avevano decretato la colpevolezza di mio figlio senza alcuna esitazione.

Sul Corriere della sera, vengono spiegate nel dettaglio le procedure tecniche che sono state utilizzate in questa perizia, capace di arrivare a trovare il profilo genetico della famiglia in cui vive la persona che ha lasciato il suo dna sotto le unghie di Chiara.