Concorso Polizia per 559 agenti, annullate prove scritte: tutto da rifare

Concorso Polizia per 559 agenti, annullate prove scritte: tutto da rifare

Per questo il capo della Polizia Franco Gabrielli ha deciso di annullar le prove scritte del concorso per 559 posti da allievi agenti, che si sono svolte tra il 4 e il 6 maggio. Sullavicenda è in corso un'indagine della magistratura ma i dettaglierano già emersi nei mesi scorsi, quando diversi candidati chehanno partecipato alla prova - riservata ai Vfp, i volontari informa breve, vale a dire i militari distaccati nelle forze dipolizia - hanno aperto delle pagine Facebook per promuovere unricorso collettivo. In 143 hanno fatto solo un errore e in 93 soltanto due. Quanto basta per far scattare i controlli da parte del Dipartimento. Così nella circolare a firma del capo della Segreteria del Dipartimento della pubblica sicurezza del ministero dell'Interno Enzo Calabria.

Le prove concorsuali sono state quindi annullate al fine di salvaguardare gli interessi pubblici volti a garantire l'imparzialità delle operazioni di selezione.

Gabrielli firmerà inoltre un ulteriore provvedimento con il quale verrà nominata una nuova commissione esaminatrice che "curerà la ripetizione della prova scritta e gli altri successivi adempimenti per la conclusione del concorso". Appena costituita la predetta commissione, saranno invitati a sostenere la prova scritta esclusivamente i candidati presenti alle prove effettuate nei giorni 4, 5 e 6 maggio 2016. "Saranno adottate - prosegue ancora il capo della polizia - stringenti misure di carattere organizzativo al fine di contrarre al massimo i tempi di svolgimento del concorso in argomento e dei concorsi successivi, per velocizzare l'immissione sul territorio di nuove risorse umane".