Caso Ragusa: "Condannate Logli a 20 anni di reclusione"

Caso Ragusa:

La donna, che interviene nella puntata de La vita in diretta in onda il 2 dicembre 2016 racconta quello che è successo in passato tra lei e Logli, il marito di Roberta Ragusa. L'udienza è stata aggiornata al prossimo 21 dicembre, quando dopo le repliche il gup si ritirerà in camera di consiglio per poi pronunciare la sentenza. Stando alle ultime news però pare che i due siano distanti e che la stessa amante abbia dei dubbi sull'innocenza di Antonio Logli.

E' iniziata stamani la seconda udienzapreliminare bis del processo con il rito abbreviato ad AntonioLogli, accusato di omicidio volontario e distruzione di cadaveredella moglie Roberta Ragusa, la donna scomparsa la notte tra il13 e il 14 gennaio 2012 dalla sua abitazione di Gello di SanGiuliano Terme (Pisa).

Nei giorni scorsi il supertestimone Loris Gozi ha fatto una rivelazione su Facebook (si tratta dell'uomo che ha sempre dichiarato di aver visto un uomo e una donna litigare per strada la notte dell'omicidio): "Roberta è stata cremata al cimitero di Pisa", e a dirglielo sarebbe stata una persona vicina alla famiglia della donna. Hanno prima parlato il sostituto procuratore Aldo Mantovani, poi Crini, poi le parti civili e i difensori di Logli - Roberto Cavani e Saverio Sergiampietri, per le arringhe finali e la richiesta di assoluzione. Come riporta Fanpage i legali del marito di Roberta Ragusa sostengono che il rito abbreviato era una delle opzioni considerate con Logli sin dall'inizio delle indagini a suoi carico. Il fatto che la donna avesse scritto "tragedia" accanto all'annotazione ha fatto insospettire gli inquirenti già dal giorno dopo la scomparsa: da subito è stato sostenuto che la Ragusa potesse percepire negativamente ogni atteggiamento del marito. Per l'accusa in queste parole potrebbe esserci anche il movente dell'omicidio: il dover ammettere la sua relazione con Sara, un possibile divorzio con Roberta che avrebbe cambiato in tutti i sensi la sua vita.