Apple iPhone 8: ricarica wireless più certa con l'accordo Dialog/Energous

Un imprecisato numero di melafonini prodotti tra il mese di settembre e di ottobre 2015 si spengono all'improvviso: durante il normale utilizzo e non perché la batteria sia a livelli bassi o in ambienti con temperature fuori dalla norma.

Il problema dipenderebbe dalle singole componenti elettroniche delle batterie che, secondo quanto pubblicato dalla stessa Apple, sono state esposte all'aria per un lasso di tempo più lungo del previsto.

Rumors iPhone 8 (2017): quattro modelli Apple in arrivo?

Uno dei fornitori più importanti di Cupertino, Dialog Semiconductor, ha fatto un investimento di 10 milioni di dollari in Energous, la startup che ha messo a punto la prossima generazione di caricabatterie wireless; a differenza delle soluzioni attuali, che richiedono il contatto fisico con il tappetino di ricarica, la tecnologia di Enorgous può erogare energia ad iPhone e iPad (ma anche tastiere, mouse, sensori e giocattoli) senza fili e a 360 gradi, fino ad una distanza massima di 5 metri.

Come se non bastasse il malcontento da parte del pubblico, in queste ore emergono anche le lamentele da parte dei dipendenti che si trovano negli Apple Store, considerando la mole di lavoro imposta da utenti insoddisfatti.

Continua l'emergenza di queste settimane per gli utenti che sono in possesso di un iPhone 6S.

Come è noto, sino a questo momento Apple ha optato per GPU di Imagination Technologies.

Diventa impossibile, dunque, stimare quanti siano gli iPhone 6s difettosi.

Tuttavia, qualcosa ci dice che la casa produttrice di Cupertino stia per cambiare rotta: si vocifera, infatti, che Apple stia progettando in proprio le GPU, con core shader sviluppati in sede, che dovrebbero essere molto più efficienti e che dovrebbero garantire delle prestazioni molto competitive.