Allarme tumori: anche una sola sigaretta al giorno può uccidere

Allarme tumori: anche una sola sigaretta al giorno può uccidere

Anche i fumatori che fumavano regolarmente meno di una sigaretta al giorno presentavano una maggiore probabilità di decesso nel nostro studio rispetto a chi non aveva mai fumato. Nuove informazioni sul vizio del fumo arrivano dal National Cancer Institute (NCI) mediante un articolo pubblicato sul Journal of the American Medical Association (Association of Long-term, Low-Intensity Smoking With All-Cause and Cause-Specific Mortality in the National Institutes of Health-AARP Diet and Health Study - doi: 10.1001/jamainternmed.2016.7511). Dallo studio è emerso che anche fumare una sola sigaretta al giorno per tutta la vita aumenta il rischio di morte prematura rispetto a chi non fuma del 64%.

Tra gli ex fumatori è morto prematuramente il 16,2% di coloro che hanno smesso di fumare tra i 30 e i 39 anni, il 19,7 di chi ha smesso tra i 40 e i 49, il 23,9% di chi ha smesso tra i 50 e i 59, il 27,9% di chi ha smesso tra i 60 e i 69. Tutti i volontari dovevano rispondere ad una serie di domande, inerenti le loro abitudini come fumatori, relative a 9 periodi della loro vita (da quando avevano meno di 15 anni fino, per i più anziani, ai 70anni). Ma il rischio crolla se si smette da giovani.

Generalmente tendiamo ad associare questi rischi soltanto ai fumatori più accaniti: chi, ad esempio, fuma il "pacchetto al giorno" o, addirittura, due o tre pacchetti, chi "accende e spegne" le sigarette senza mai fermarsi. Si tratta di un problema che ormai da molti anni viene affrontato costantemente, in un mondo in cui sono più di 1 miliardo i consumatori di sigarette e almeno 5 milioni le morti annuali che possono essere attribuite al fumo delle sigarette. Insomma, quello che lo studio dimostra è che anche limitarsi ad una sola sigaretta potrebbe compromettere i polmoni per sempre e condannarci a morte. Del campione di persone che fumava ancora al momento dello studio, costituito da circa il 7,7 per cento del totale, solo 159 soggetti hanno dichiarato di consumare meno di una sigaretta al giorno.

Il fumo fa male e su questo non ci sono dubbi, a prescindere dalla quantità di sigarette fumate, e dunque non sembra esserci un livello di fumo che è possibile considerare sicuro. Il messaggio che però risulta chiaro da questo studio è che non esistono livelli sotto i quali il tabacco non abbia effetti anche molto negativi sulla salute.

Per eliminare del tutto il rischio dato dalle sigarette sulla salute, la cosa migliore da fare è senza dubbio smettere di fumare del tutto.