Villetta esplosa, folla commossa ai funerali di Valentina Auciello

Villetta esplosa, folla commossa ai funerali di Valentina Auciello

I Vigili del Fuoco e le forze dell'ordine sono intervenute prontamente: un uomo e sua figlia sono stati estratti vivi per primi, poi è stata la volta di una donna data inizialmente per dispersa.

La Procura della Repubblica di Firenze ha aperto un'inchiesta, ipotizzando il reato di disastro colposo, sull'esplosione che ieri sera ha fatto crollare una palazzina bifamiliare in via Villamagna 113, a Villamagna, nel comune di Bagno a Ripoli (Firenze).

Sono sempre gravi le condizioni di Roberto Mantione e delle figlie di 7 e 10 anni, Gemma e Cristal, feriti nell'esplosione della loro abitazione giovedì sera a Bagno a Ripoli (Firenze). Nella notte è stato ritrovato il corpo della madre, Valentina Auciello, ormai senza vita.

Sarà lutto cittadino a Bagno a Ripoli. In un secondo momento è riuscita ad uscire da sola dalle macerie anche l 'altra figlia dell'uomo, di dieci anni. Tra i presenti non c'era solo dolore e commozione ma anche volontà di capire: forte l'interrogativo sulle cause dell'esplosione. Da quanto appreso si starebbe cercando un'altra bambina. La casa interessata dall'esplosione, una villetta unifamiliare, pianterreno e primo piano, è completamente crollata spiegano i vigili del fuoco. Sul posto, insieme ai sanitari inviati dal 118, carabinieri e protezione civile della Città metropolitana di Firenze che ha portato tra l'altro un gruppo elettrogeno per proseguire a oltranza a scavare.

Nella notte il decesso della donna, era stato confermato con un post pubblico su Facebook dal sindaco della cittadina toscana, Francesco Casini: " Abbiamo sperato per ore seguendo da vicino il lavoro incessante dei vigili del fuoco, della protezione civile e dei volontari ma purtroppo Valentina non ce l'ha fatta. Al momento del trasporto in ospedale erano tutti coscienti, si è saputo da fonti sanitarie.