Ventura rimanda Balotelli In due mesi non può cambiare tutto

Ventura rimanda Balotelli In due mesi non può cambiare tutto

Saranno questi i due obiettivi principali della Nazionale che da oggi si mette al lavoro a Coverciano in vista del doppio impegno con Liechtenstein (sabato alle 13,30) nelle qualificazioni mondiali e Germania in amichevole.

La prossima partita sarà contro il Liechtenstein.

I CONVOCATI - Anche per via delle molte defezioni, sto accelerando il processo di ricambio generazionale, sto aprendo sempre più ai giovani.

Mario Balotelli tornerà in Nazionale? Dal punto di vista della spettacolarità non penso sia un campionato da ricordare.

Spazio anche per parlare di chi non c'è in questo momento, ma potrebbe rientrare nel giro azzurro: "El Shaarawy può rientrare". Nessuno ha mai vinto prima di giocare. Con la Spagna ha perso 8-0 ma fino al 65' era sotto solo 1-0 e non c'erano state tante palle gol. "E' una nazionale accessibile ma è una partita da preparare con grande attenzione per non avere sorprese".

Poi il ct ha parlato della sfida del 15 novembre a Milano contro la Germania: "Sono sincero, avrei preferito un'amichevole di spessore diverso, bisogna mettere in condizione i giovani di andarsi a confrontare ma piano piano". Non credo sia la nazionale migliore da affrontare soprattutto per fa giocare i giovani. "Esclusione definitiva per Pellè?". "Avrò presto un colloquio con lui per capire se ha la voglia di essere protagonista dentro il gruppo, noi siamo aperti a tutti, terrò d'occhio la sua voglia di mettersi in discussione", conclude il ct azzurro. Dopo un anno e mezzo senza giocare, da due mesi è tornato in campo Balotelli ed in merito Ventura non ha escluso la possibilità di parlargli, però ha anche anticipato: "In due mesi non si cambia la storia di una persona".

Prime prove tattiche nelle quali ha testato il seguente undici: Buffon in porta, Zappacosta (in ballottaggio con Darmian), Bonucci, Romagnoli e De Sciglio (che appare in vantaggio su Antonelli) il quartetto difensivo, cerniera di centrocampo composta da De Rossi e Verratti col poker offensivo composto da Candreva e Bonaventura ai lati e la coppia Immobile-Belotti in avanti.