Veneto Banca, Anselmi rinuncia alla carica di presidente del cda

Veneto Banca, Anselmi rinuncia alla carica di presidente del cda

A soli tre mesi dalla sua nomina, Beniamino Anselmi ha rassegnato le dimissioni. Secondo quanto riportato dal Corriere del Veneto, il passo indietro è dovuto alle divergenze con Gianni Mion, presidente di Banca Popolare di Vicenza, sul progetto di fusione (e sui conseguenti esuberi) fra i due istituti bancari veneti impressa dal fondo Atlante.

Il board di Veneto Banca dovrebbe indicare il consigliere Massimo Lanza per la carica di presidente, dopo le dimissioni di Beniamino Anselmi. Il motivo è presto detto: il manager non è d'accordo con l'attuazione di una fusione "troppo veloce" con la Popolare di Vicenza. Anselmi, che ha lasciato anche il cda della controllata Banca Intermobiliare, manterrà l'incarico di consigliere di Veneto Banca. E settimana prossima veneto Banca va in assemblea per votare sull'azione di responsabilità sugli ex vertici dell'era Trinca-Consoli-Antiga.