Una birra la giorno preserva il colesterolo "buono"

Una birra la giorno preserva il colesterolo

Ma la "bionda", che è una delle bevande alcoliche più diffuse, in qualche modo è anche una delle più controverse: fa bene o fa male?

L'immagine che viene spesso in mente di fronte a una birra fresca è l'epica scena del film "Altrimenti ci arrabbiamo" con Bud Spencer e Terence Hill che si giocano una Dune Buggy rossa in una gara a suon di birra e salsicce. Studiosi ed esperti si sono spesso interrogati sugli effetti collaterali e sui benefici che si possono trarre bevendola nelle giuste quantità.

Secondo i risultati della ricerca, un consumo moderato di birra può portare benefici per la salute. Una notizia che deriva proprio dai risultati ottenuti da uno studio effettuato nello specifico dalla Pennsylvania State University, condotto in Cina e presentato da Shue Huang alle American Heart Association's Scientific Sessions 2016 che svela appunto che la birra aiuta a preservare, nel tempo, il colesterolo buono (Hdl) e allo stesso tempo aiuta anche a prevenire gravi problemi cardiovascolari. Attenzione però perché l'abuso d'alcool può essere un boomerang pericoloso (soprattutto per adolescenti e donne in gravidanza o in allattamento).

Lo studio ha esaminato il tasso di colesterolo buono in 80mila cinesi adulti, riferendolo poi al consumo di alcol e birra.

Le lipoproteine HDL proteggono il cuore e contribuiscono all'eliminazione del colesterolo cattivo, come l'LDL. Combattono l'invecchiamento, favoriscono il transito intestinale grazie alla presenza dell'orzo che fornisce vitamina B e fibre solubili, riducono il rischio di malattie cardiovascolari e i livelli di colesterolo.

La birra è buona e dissetante, ma ha anche dei benefici decisamente inaspettati per la salute.