Sisma, il sindaco di Amatrice: serve no-tax area. Ci stanno abbandonando

Sisma, il sindaco di Amatrice: serve no-tax area. Ci stanno abbandonando

Arriva l'inverno anche ad Amatrice (Rieti), uno dei punti più straziati dal terremoto dell'agosto scorso, con 298 vittime e un delirio di distruzione, e il sindaco Sergio Pirozzi si affida come sempre alla forza dei muscoli e al pensiero che un primo cittadino deve avere in circostanze durissime come questa. A breve mi recherò anche presso l'altro cantiere sulla SP 20 per verificare lo stato dell'arte. Perché noi abbiamo 113 chiese che non ci sono più. "Se vengono chiusi i servizi è naturale che la gente si trasferisca nelle grandi città". Dicevo no, non è possibile. "Io ho la sensazione che forse qualcuno ci sta abbandonando". Noi - ha concluso Pirozzi - vogliamo che i nostri borghi non diventino riserve indiane, ma luoghi dove la gente possa vivere. Ma il sindaco non ha intenzione di mollare e ha chiesto, con voce chiara,"date un segnale e io sarò contento di rimettermi la fascia da sindaco, ma primo devo essere sicuro che nessuno ci ha abbandonato".

Questa filosofia ha le sue radici in un vero e proprio movimento culturale che prende il nome di Transition nato nel 2003 in Inghilterra dall'ecologista Rob Hopkins, che come fine ultimo a quello di promuovere un mondo industriale che si sleghi dalle dinamiche di dipendenza dal petrolio per abbracciare forme di energie alternative che rendano le comunità più autonome.

"Quando mi dicevano 'vedrai che quando si spengono le luci dei riflettori ti abbondaneranno', io restavo esterreffatto. Questo è l'unico modo per far ripartire l'economia di queste terre".

SINDACI - "Avevamo già grossi problemi con la scossa del 24 agosto - ha detto il sindaco di Acquasanta (Ascoli Piceno) Sante Stangoni - ora abbiamo molti sfollati, con circa 700 persone al mare; a questo punto dobbiamo capire quanti sono disposti a tornare nel nostro territorio per cercare di mantenere il tessuto sociale del territorio, visto che è già stato colpito nel recente pasasto da un forte spopolamento". Le macerie se non metti a posto la viabilita', ed io l'ho segnalata in data 14 settembre, e' impossibile portarle via. Lo racconta, commosso, il sindaco di Amatrice nel suo intervento in Aula.