Qualcomm compra NXP per 47 miliardi

L'acquisizione è ufficiale: Qualcomm compra NXP per 47 miliardi di dollari. NXP e' uno dei protagonisti del mercato dei chip per l'industria dell'auto, e Qualcomm con l'acquisizione mostra di voler fornire i suoi chip alle auto autonome.

Ottima mossa quindi quella di Qualcomm, che in vista di un potenziale declino del mercato mobile, si è mossa con largo anticipo verso mercati sicuramente in crescita negli anni futuri. Qualcomm ha messo sul piatto 110 dollari per ogni azione NXP, con un premio dell'11,5% rispetto alla chiusura di ieri. NXP è una società di diritto olandese: pagare con le riserve di contanti già fuori dai confini degli Stati Uniti permette di far fruttare questi capitali, altrimenti dormienti.

Qualcomm si attende che l'acquisizione di NXP Semiconductors accrescerà il suo utile adjusted "significativamente" subito dopo la sua conclusione. Poi ci sono le indicazioni fornite dagli stessi manager, con il CEO di Qualcomm Steve Mollenkopf che parla di 500 milioni all'anno di risparmio a regime grazie alla combinazione delle risorse delle due aziende. L'azienda combinata dovrebbe generare ricavi annuali per oltre 30 miliardi di dollari.

NXP Semiconductors NV consentirà all'azienda di Snapdragon di espandersi in nuove industrie come l'Automotive, il settore in più rapida ascesa nell'era delle auto connesse, delle self-driving car e delle car-as-a-service, riducendo al tempo stesso l'eccessiva dipendenza dagli smartphone.

L'obiettivo è rendere Qualcomm un gigante tuttofare, capace di progettare qualsiasi chip, da un complesso SoC per smartphone a chip meno avanzati ma d'importanza cruciale per auto e oggetti intelligenti.