Pistola puntata contro la polizia, fermato il fratellastro di Cassano

Pistola puntata contro la polizia, fermato il fratellastro di Cassano

La polizia ha arrestato, ieri mattina, Giovanni Cassano, pregiudicato barese fratellastro del più noto calciatore Antonio: il 44enne è finito in manette per porto e detenzione di arma da fuoco, ricettazione, violenza, minaccia e lesioni a pubblico ufficiale. I fatti risalgono alla sera dello scorso 4 novembre.

Ne seguì un tentativo di fuga, con uno dei due uomini che puntò una pistola contro un agente, intimandogli di lasciarlo andare. Secondo le ricostruzioni, gli agenti avrebbero intercettato due persone che, notata la presenza delle stesse forze dell'ordine, si sarebbero nascoste dietro un cassonetto di via Sagarriga Visconti, quasi ad angolo con via Nicolai. L'inseguimento fu inevitabile. L'uomo armato riuscii a disfarsi del revolver ma, una volta bloccato, i poliziotti gli scoprirono addosso una parrucca da donna e un giubbino antiproiettile. Mentre uno dei due agenti è tornato indietro per recuperare la pistola abbandonata, Giovanni Cassano ne avrebbe approfittato per scappare aiutato da alcuni vicini, complici, del quartiere Libertà.