Pensioni e riforme. Le ultime novità ad oggi 24 novembre 2016

Pensioni e riforme. Le ultime novità ad oggi 24 novembre 2016

Mentre per le lavoratrice autonome vale l'ultimo trimestre del 1957. Oltre al requisito dell'età anagrafica, le lavoratrici donne che vorranno usufruire della possibilità di andare in pensione anticipata con Opzione donna, dovranno aver raggiunto i 35 anni di contributi versati. Nunzia Catalfo, portavoce del Movimento 5 Stelle, sulla propria pagina Facebook ha così spiegato: "Quasi 500 mila pensionati in Italia vivono da soli e percepiscono un trattamento al di sotto della Soglia di Povertà".

L'estensione dell'ottava salvaguardia esodati riguarda coloro che sono entrati in mobilità entro il 31 dicembre 2014 (precedente scadenza: fine 2012): di conseguenza, il provvedimento tutelerà in tutto 30.700 persone, contro le precedenti 27mila 700. Negli ultimi anni sono state numerose le modifiche apportate al sistema pensionistico, a partire dalla definizione dell'età in cui un lavoratore ha diritto a ricevere la propria rendita, dopo aver versato i dovuti contributi nel corso della propria vita lavorativa.

Non si fermano le novità sulla Riforma, magari saranno anche solo dettagli, ma questi sono un argomento di confronto continuo fra Governo e parti sociali che non smettono di tirare la corda ognuno dalla sua parte per arrivare ad aggiustamenti che siano 'opportunità' per tutti. La proposta della Lega Nord di prorogare il regime sperimentale fino al 2018, non ha avuto l'OK della Camera.

La Commissione Bilancio della Camera ha approvato un emendamento del Relatore che include anche le nate nell'ultimo trimestre del 1958.

Il 26 ottobre scorso, con una nota del Ministero del lavoro, precisamente la n. 13672, si è stabilito che i beneficiari della pensione anticipata sono anche coloro che alla data di entrata in vigore della riforma "prestavano attività di lavoro autonomo, svolgevano attività di lavoro presso una pubblica amministrazione o erano privi di occupazione". Le risorse impegnate sono circa 18,3 milioni per nel 2017; 4,2 milioni per nel 2018 e 87,5 milioni per nel 2019.

Ma come funzionerà la pensione anticipata per le donne dopo la proroga? Con Opzione donna, infatti, l'importo della pensione viene calcolato interamente con il metodo contributivo. La decorrenza della pensione può avvenire in qualsiasi momento successivo alla prima decorrenza utile (12 o 18 mesi dalla maturazione del requisito, rispettivamente per dipendenti e autonome).