Padre soffoca nel sonno il figlio disabile e tenta il suicidio

Padre soffoca nel sonno il figlio disabile e tenta il suicidio

Queste le parole dei membri dell'associazione Angsa Novara-Vercelli Onlus (Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici) sul dramma che si è consumato a Vespolate. Secondo una prima ricostruzione, il padre avrebbe deciso di porre fine alla difficile situazione del figlio. Ma le cose sono poi andate in modo diverso.

E' ricoverato all'ospedale Maggiore in gravissime condizioni il padre che ha soffocato il figlio con un cuscino uccidendolo nel sonno.

Pietro Spina, 52 anni, ha infatti ucciso il figlio autistico e ha poi cercato di togliersi la vita. Sul posto sono intervenuti i carabinieri, che hanno sequestrato la zona e iniziato i rilievi per capire la dinamica di quanto accaduto.

L'uomo era l'unico familiare che si occupava del ragazzo disabile: la moglie del 50enne, madre del giovane, era infatti morta un anno e mezzo fa, stroncata da un male incurabile. Il ragazzo, di circa vent'anni, durante la settimana era affidato a una struttura della provincia e tornava a casa dal padre solo per alcuni giorni.