Olbia, scoperto traffico di droga in Costa Smeralda: 24 misure cautelari

Olbia, scoperto traffico di droga in Costa Smeralda: 24 misure cautelari

I destinatari sono accusati di far parte di un'organizzazione che gestisce un traffico di droga nelle piu' note mete turistiche della costa nord-orientale della Sardegna, in particolare in Costa Smeralda e nell'arcipelago della Maddalena. Nella fase conclusiva dell'inchiesta, chiamata "Operazione arcipelago", sono stati impegnati una settantina di agenti della polizia. Gli uomini della polizia di stato, diretti dal vice questore Fabio Scanu, e coordinati dal sostituto procuratore della repubblica Virginia Grilletti hanno sequestrato due chili e mezzo di cocaina per un valore di decina di migliaia di euro.

Nei mesi scorsi era già stato effettuato un sequestro di 2 Kg di cocaina purissima, destinata anche ai consumatori delle località turistiche della Costa Smeralda.

La Polizia di Stato ha così dato esecuzione a ventiquattro misure cautelari, di cui tredici in carcere, sei agli arresti domiciliari e cinque obblighi di presentazione alla P.G.

A La Maddalena sono state arrestate otto persone: Giuseppe e Filippo Di Costanzo, padre e figlio, di 73 e 44 anni - che gestivano il rifornimento da Cagliari - Sergio Vitiello, di 50, Andrea Costa, di 26, Manuel Cirotto, di 29, Roberto Delogu, di 20, Luigi Calisi, di 35, e Roberto Marini, di 29. A Luogosanto e' finito in cella Cristian Scampuddu, 30 anni, giardiniere. Ai domiciliari due donne quarantenni di S.Teresa di Gallura, Daniela Borgia e Sonia Satta, e i tempiesi Fabio Soddu, di 37, e Mauro Battoni, di 29.