'Ndrangheta, operazione "Sansone" fermati 26 affiliati del clan Condello

'Ndrangheta, operazione

Le accuse vanno dall'associazione a delinquere di stampo mafioso all'estorsione, passando per la detenzione di armi, il favoreggiamento di latitanti e procurata inosservanza della pena.

Provvedimento di fermo nei confronti di uno dei clan più potenti a Reggio Calabria.

Durante le indagini gli investigatori sarebbero riusciti a risalire all'attuale organigramma del clan, così come ad altri 'gruppi satellite' che operano nella zona nord della città.

Elementi di dettaglio dell'operazione Sansone saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa che si terrà alle ore 11.00 odierne, presso il comando provinciale dei carabinieri di Reggio Calabria.

Per il procuratore Federico Cafiero De Raho e per il sostituto della Direzione distrettuale antimafia Giuseppe Lombardo, infatti, è proprio Calabrese che si occupa "dell'allestimento dei luoghi individuati per i sondaggi (a ciò servono le trivelle), propedeutici alle realizzazioni dell'A3 e del Ponte".