Mps: operazione salvataggio costa 448 milioni di euro

Mps: operazione salvataggio costa 448 milioni di euro

Uno dei consiglieri del cda del Monte dei Paschi, lasciano al sede dell'istituto, ha affermato che rispetto a ieri sono migliorate le aspettative per il raggiungimento del quorum per la parte straordinaria dell'assemblea dei soci che il 24 novembre dovrà decidere sull'aumento di capitale della banca."Nonostante la frammentazione dell'azionariato che si è fatta piuttosto forte con le ultime operazioni di Borsa, siamo fiduciosi". Il manager non ha poi precisato l'entita' delle obbligazioni Mps in portafoglio. Mentre il costo del salvataggio viene stimato in 448 milioni.

Quasi il 50% dell'offerta di Mps per la conversione dei bond subordinati riguarda i piccoli risparmiatori. Tra i costi più significativi dell'operazione, che verranno destinati alle banche che assistono Mps, capitanate dagli advisor Jp Morgan e Mediobanca, figurano i 179 milioni di euro relativi ai due finanziamenti subordinati e i 170 milioni di euro per l'aumento di capitale.

Banca Mps ha confermato che da diverse settimane sono in corso ispezioni da parte della Banca Centrale Europea.

In assemblea di Mps sono attesi il Tesoro, Axa con il 3,17% del capitale, Millenium partecipazioni di Alessandro Falciai (indicato come nuovo presidente del gruppo dopo che Massimo Tononi ha dato le sue dimissioni lo scorso settembre) con il 2% circa, la Fondazione Mps, un tempo socio di riferimento della banca senese e oggi azionista all'1,5% ed, eventualmente, i soci sudamericani, a inziare da Fintech, con l'1% circa del capitale.

L'integrazione risponde a una precisa richiesta di Consob. In particolare, l'obiettivo di tale attività ispettiva è di condurre una verifica sul processo di credit risk management e sul sistema di controlli di vario livello. E' quanto emerge dall'integrazione della documentazione assembleare chiesta da Consob.